San Gemolo
San Gemolo

Sezioni

Inizio
La Passio
La tradizione di Uboldo
La tradizione di Ganna
I Documenti storici
La Santità
La Badia
La Cappella
La Fonte
Le Reliquie
La Liturgia
La Festa
Le Processioni
La Preghiera
I Miracoli
Il Nome
Contatti

Approfondimenti

Madonna Misericordia
Fruttuaria

Inni
Due candele
Polacco?
Mappe

Centro Studi

E-book
Bibliografia
Ricerca
Indice dei Nomi

 

BOOKSHOP

La Tradizione di Ganna

Le tradizioni di Ganna legate a San Gemolo sono state ampiamente studiate e documentate dal bellissimo lavoro di Adriano Brazzale, utilizzato come tesi di laurea nel 1991 presso l'Università Cattolica di Milano, dal titolo Il culto di San Gemolo in Ganna.

Le informazioni in esso contenute sono alla base di questa e di altre pagine del sito.

I dati raccolti sul campo, attraverso numerose interviste, dimostrano come le tradizioni orali di Ganna non si discostino di molto dal racconto abituale della passio comunemente accettata.

E' curioso notare come in nessun caso si faccia menzione del destino seguito dai tre malfattori (come accade nella tradizione di Uboldo) mentre compaia invece un filone che indica la Svizzera come territorio di provenienza di San Gemolo.

La maggior parte di coloro che considerano Gemolo uno svizzero propone anche una diversa versione del motivo del viaggio: si tratterebbe di un mercante che, diretto a Varese per i suoi commerci, viene derubato dei suoi beni.

Val la pena, a questo proposito, leggere qualche testimonianza diretta tra quelle raccolte e citate da Brazzale:

Altre significative tradizioni di Ganna, come quella dei sassi rossi, delle processioni, della festa patronale, sono documentate e raccontate in altre pagine del sito.

 

 

 

 

Immagini

Panorama di Ganna

Un panorama dell'abitato di Ganna - VA

 

Esterno Badia

Panorama esterno della Badia di Ganna come si presenta a chi giunge da Varese.